Chi non-invito oggi a pranzo?
gennaio 15, 2008

La negazione dell’invito verso Papa Ratzinger da parte di una fetta di studenti e di professori dell’università Sapienza di Roma, è assolutamente legittima. Chiunque può non-invitare qualcuno. E’ chiaro che questo qualcuno ha comunque la possibilità di recarsi nel luogo da cui proviene questo non-invito.La censura è un’altra cosa, cari vescovi, papi e cardinali, e voi lo sapete bene.Indipendentemente da ciò, amici d’ogni dove, protestate! Con la Chiesa conviene scontrarvicisi, a prescindere. Fa bene alla salute.ratzinger2.jpg

Annunci

1984, sempre più vicini
ottobre 21, 2007

altantolleranza.jpgCiao ragazzi. E’ con estremo rammarico che manifesto l’apice del mio scoraggiamento e del mio pessimismo verso la situazione in cui si trova il nostro paese. Ciò che è successo in questi pochi giorni è a dir poco sconcertante.I ministri, ora, sono definitivamente in grado di mettere le mani sulla magistratura, senza bisogno, come si faceva ai bei tempi, di cambiare le leggi. Vi ricordate a scuola? Quando la professoressa vi insegnava che in Italia vi sono tre poteri distinti: legislativo, esecutivo e giudiziario? Ecco, non è più così. Bisogna cambiare i libri di educazione civica e di diritto. Ed è strano pensare che colui che ha introdotto questa nuova ed efficace filosofia di pensiero del “trasferimento dell’indagatore”, è quell’imbecille di Mastella…Questo è il meno, comunque. Ciò che è peggio è la notizia di volontà di censura dei blog da parte dei politici. Lo dicevamo che la vera bellezza del V-day non è stata nè la possibilità di mandare affanculo i politici, nè la possibilità che offrivano i 3 punti della legge popolare: la bellezza del V-day è stata il poter dimostrare la potenza della rete; il poter dimostrare che in Italia esistono persone giovani e intelligenti che non accettano di mangiare la pappetta sedativa propinata da tv e giornali. Eccoci qua quindi: La matrigna è invidiosa della sguattera che, essendo più bella di quelle racchie delle sue figlie, conquisterebbe la mano del principe; risolve il problema, quindi, chiudendola a chiave in cantina…Speriamo solo che questa legge non venga emanata definitivamente. Intanto possiamo solo impegnarci a firmare la petizione subito avviata. Siamo ridotti male cari lettori, siamo ridotti male.

Lo scomodo Piero Ricca zittito dai potenti
luglio 11, 2007

Ennesima dimostrazione dell’indole dittatoriale di chi sta al potere. Spudorata manifestazione di regime; di rosicamento cronico del giornalista protetto dal politico, verso il cittadino onesto che urla parole di giustizia e libertà; di assoluto abuso della propria forza autoritaria raggiunta solo grazie al lecchinaggio e al paraculismo di un’intera vita.Il blog di Piero Ricca (http://www.pieroricca.org) è stato oscurato per ordine di Emilio Fede, il comico-cabarettista-abusivo del TG4 . Non sopportava che verità ed esegesi varie venissero diffuse sul web.pieroricca.jpgNe illustra i dettagli Beppe Grillo.